Gallipoli e dintorni

Gallipoli e dintorni

I soldi da spendere per questa vacanza erano pochi, cosicchè avendo prenotato fin da febbraio abbiamo potuto scegliere tra le destinazioni più economiche. La scelta è ricaduta sulla Marina di Alliste una località poco conosciuta e molto tranquilla (anche troppo). Ma quello che volevamo era un posto economico (ma sul mare) da utilizzare come base per gli spostamenti. Per fortuna su terrarussa abbiamo trovato quello che faceva per noi.

Questa scelta si è rivelata decisamente vincente, infatti abbiamo alloggiato in un ampio appartamento con un ampio giardino ed a pochissimi metri dal mare. Da qui quasi ogni giorno ci siamo spostati nei dintorni.

Ecco il resoconto della nostra settimana.

9 Agosto – Arrivo a Marina di Alliste

Quando siamo arrivati alla Marina di Alliste, siamo stati sorpresi dall”intensità con cui il mare si colorava di rosso, accompagnando il sole che tramontava, ci siamo voluti fermare sugli scogli per godere di quello che poi è diventato un appuntamento quotidiano.

Seppur stremati dal viaggio, avevamo così tanta voglia gustare i sapori del salento che, dopo una doccia al volo, siamo andati a mangiare all’Octopus un ristorante proprio accanto alla paizzetta principale e lì non ci siamo fatti mancare nulla, dai frutti di mare crudi, alle linguine allo scoglio, all’impepata di cozze: dei sapori davvero difficili da dimenticare.

10 Agosto – verso Gallipoli
Ci siamo svegliati con calma, con una gran voglia di assaggiare questi dolci tipici pugliesi i pasticciotti; così al Caffè del Mare abbiamo goduto di una colazione di fronte al mare che  è quello che ci vuole per svegliarsi con un sorriso. Ci siamo spostati su Gallipoli: dopo aver fatto un bagno interminabile, siamo andati alla scoperta della città: il corso, il lungomare e soprattutto la città vecchia con i suoi vicoli stretti, rende esattamente quello che era la città: un piccolo villaggio di pescatori.  Infine, un consiglio per chi cerca notizie e appartamenti a Gallipoli.

Dopo la mangiata di pesce della sera prima, diventava d’obbligo rientrare ad Alliste per la sagra delle Municeddhra o munacedda non so come si scrive di preciso, durante la quale abbiamo potuto assaggiare “l’altra metà del Salento”: pittule, purpette, munacedde e sugo con carne ai pezzetti di cavallo, il tutto doverosamente accompagnato da un ottimo Primitivo.

11 Agosto – Porto Cesareo
Ci siamo spinti ancora più a nord di Gallipoli, a circa 50 minuti da Alliste e siamo andati a Porto Cesareo. Avevamo già contattato il diving center di Porto Cesareo per fare un’immersione: sono sempre sconvolgenti le sorprese che ti può riservare il mare, se lo scopri nelle sue profondità, come ad esempio le “colonne d’ercole”: un antico reperto archeologico, inabissato a pochi metri di pofondità. Nel pomeriggio siamo rimasti in zona e siamo andati all’isola dei conigli, un’isolotto dai connotati selvatici a due passi dal centro abitato, tant’è che nonostante ci siano le barche per l’isola, ci siamo voluti arrivare guadando. Poi aperitivo al Goha un locale sulla spiaggia con musica.

Inutile dire che anche qui spiagge e mare meritano.

12 Agosto – Marina di Mancaversa
Dopo la maratona di ieri, oggi siamo voluti restare in zona  per andare al mare a Lido Pizzo il famoso lido vip di Mancaversa. Se possibile ci torneremo una sera per venire al Cotriero un posto molto molto carino, sulla spiaggia e con musica dal vivo.

Per questa sera infatti siamo impegnati perchè a Casarano c’è Marco Paolini ed i Mercanti di Liquore in piazza e gratis; ed io non voglio perderlo: non solo cibo, anche questo è Salento.

13 Agosto – Otranto
Ci siamo svegliati con un nuovo desiderio di colazione di fronte al mare; poi veloci verso est. Questa è stata la giornata dedicata a Otranto ed ai suoi vicoli e la cattedrale con l’incredibile mosaico. Poi dritti alla Grotta della Zinzulusa, con la visita guidata e alcune cose sorprendti: la grotta è attraversata da un fiume salmastro abitato da una specie unica al mondo di gamberi albini (e ciechi per via dell’oscurità).

Più a sud a Porto Badisco il mitico luogo dello sbarco di Enea citato nell’Odissea o nell’Iliade non ricordo. Una spiaggetta effettivamente molto suggestica.

Infine abbiamo scoperto delle meravigliose cave di Bauxite, con i suoi accostamenti cromatici che rasentano l’incredibile.

14 Agosto 2008 – Torre Suda
Una nuova giornata al mare di fronte casa, un lungo aperitivo al Solatio a Torre Suda (1 km da Alliste), per poi come promesso passare la serata al Cotriero a Gallipoli, dove abbiamo potuto assistere ad un concerto sul mare di un gruppo cover band dei Doors.

15 Agosto 2008 – Ferragosto a Marina di Alliste
Abbiamo deciso di scappare dalla folla di Ferragosto per goderci un pezzo di mare solo per noi, così siamo rimasti qui. Ferragosto a Marina di Alliste è quasi incredibile, dimenticatevi lunghe code, spiagge affollate e ombrelloni chilometrici. Con l’occasione abbiamo raccolto (e mangiato) i ricci. La sera siamo andati a Torre Paduli per la festa di Santu Roccu, una festa in cui si riesce a cogliere l’incontro del sacro con il profano. Difficile da spiegare l’atmosfera.

16 Agosto 2008 – La partenza per Castel S. Pietro
Ultimo giorno purtroppo. Siamo partiti con la consapevolezza che sette giorni nel Salento non possono che arricchirti lasciandoti il desiderio di tornare il prima possibile.

Cristina e Lorenzo Castel s. Pietro (BO) Agosto 2008

 Invia il Diario della tua vacanza

Le nostre foto di Gallipoli e dintorni

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *