Le strade del vino: IV tappa, il Matino Doc

Le strade del vino: IV tappa, il Matino Doc

Continua l’itinerario di www.terrarussa.it per le strade del vino del Salento. Oggi ci soffermiamo sui vini di Matino, attiva località del Basso Salento, a pochi chilometri da Gallipoli e Casarano.

I vini Matino Doc sono catalogati al numero 103 del registro della Regione Puglia; risale al 1971 il riconoscimento della denominazione di origine controllata, riservata ai vini Rosato e Rosso ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti composti dal vitigno Negro Amaro. Possono concorrere alla produzione dei vini Matino anche le uve provenienti dai vitigni Malvasia Nera e Sangiovese, presenti nei vigneti fino ad un massimo complessivo del 30%.

Questi vini sono particolarmente adatti per accompagnare i salumi e le carni bianche; il rosato, poi, è adatto anche per il pesce.

Le uve utilizzate devono provenire dai territorio di Matino e, in parte, dai territorio di Parabita, Alezio, Taviano, Casarano, Melissano, Tuglie e Gallipoli.

Il Matino Rosato si presenta di colore rosa intenso con lievi riflessi giallo oro dopo il primo anno. Il suo sapore è secco, caratteristico e armonico e la sua gradazione minima è di 11,50. Va degustato in calici per vini rosati morbidi ad una temperatura di 12-14° C, entro due anni dalla vendemmia. Si abbina in particolare con salumi stagionati, primi piatti con sughi di salsiccia, carni di maiale e di agnello, carni rosse alla griglia, formaggi vaccini stagionati.

Il Matino Rosso, invece, si presenta di colore rosso rubino e, se invecchiato, con riflessi arancioni. La gradazione minima è di 11,50, il sapore asciutto e armonico. Si degusta in calici allungati ad una temperatura di 18° C. Si abbina molto bene con preparazioni strutturate, come alici in tortiera, seppie cotte in padella con olio, aglio, vino bianco, pomodori, sale e pepe e con zuppe di pesce, spaghetti con le cozze, crostacei, molluschi, formaggi teneri e pesce al cartoccio.

Nella città di Matino operano attivamente le “Cantine del Matino”, cooperativa tra produttori agricoli che conta 842 soci che conferiscono le uve da cui si ottengono i pregiati vini Doc. L’azienda, nata nel 1899 come Consorzio Agrario, è andata sempre crescendo negli anni, divenendo una delle più importanti della zona.

Per la vostra vacanza nel Salento vi consigliamo alcune strutture ricettive a Matino e nella vicina Gallipoli.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *