La puccia con le olive: un gustoso spuntino da assaporare in riva al mare

La puccia con le olive: un gustoso spuntino da assaporare in riva al mare

La cucina salentina è caratterizzata dall’utilizzo di prodotti genuini. Le ricette locali sono infatti realizzate con ingredienti molto semplici che danno luogo a piatti dal sapore davvero unico.

Tra i prodotti da forno tipici della tradizione culinaria salentina è da menzionare la “puccia con le olive”, caratteristico pasto veloce che veniva consumato dai contadini durante la pausa dal lavoro. La puccia è un tipo di pane tipico del Salento, molto soffice, di forma circolare fatta di un impasto di grano duro mescolato ad olive nere.

Questo alimento si trova tutto l’anno nel Salento, ma è il pasto principale nel giorno della vigila dell’Immacolata, poiché la tradizione vuole che, in questo giorno, si faccia digiuno e si mangi solamente una puccia, così da dar modo alle donne di seguire i riti religiosi della giornata.

Per chi volesse assaggiarla, la si può trovare in uno dei tantissimi panifici presenti sul territorio salentino. Vi consiglio di acquistarla e mangiarla come spuntino durante la vostra giornata di mare… deliziosa! Diverse sono anche le sagre che si svolgono sul territorio e che hanno come protagonista proprio la puccia. Per chi invece volesse realizzarla con le proprie mani ecco la ricetta.

INGREDIENTI

– 1 kg di farina di grano duro

– Un bicchiere e mezzo di olio extravergine di oliva, preferibilmente pugliese

– 20 gr di lievito

– Acqua

– Sale

– 300 gr di olive nere

PREPARAZIONE

Impastate la farina con acqua, lievito, sale ed olio extravergine d’oliva. La consistenza deve essere uguale a quella dell’impasto per la pizza. Lasciatelo lievitare per due ore. Dopo la lievitazione, mescolate all’impasto le olive nere tagliate a pezzettini o intere, come preferite. Se l’impasto dovesse risultare troppo liquido, aggiungete dell’altra farina e poi dividetelo in piccole focaccine dal diametro di circa 10\15 centimetri. Fate riscaldare il forno a 250° e disponete le focacce su una teglia infarinata. Infornate e fate cuocere per almeno 40 minuti. Se avete a disposizione il forno a legna, otterrete un risultato davvero perfetto. Spolverate infine le pagnotte con della farina e, se volete, potete farcirle con quello che preferite.

Vi assicuro che in tutta la casa si diffonderà un profumo unico che vi tenterà ad assaggiarle appena sfornate!

Qui trovate le altre ricette della cucina tipica salentina che abbiamo selezionato per voi… buon appetito!

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

2 Commenti

  1. Un vera delizia! Quest’estate sono stato alla sagra della puccia a Ugento, ho assaggiato di tutto e di più…ma quella ai peperoni è veramente eccezionale!!!
    Come sottofondo pizzica e tamburelli…che serata!

    • Ciao Luca,

      grazie per aver dato un giudizio a questa squisita prelibatezza nostrana.
      Aspettiamo di sapere cosa ne pensi degli altri prodotti tipici salentini!

      Simona – Terrarussa.it

Trackbacks/Pingbacks

  1. La pitta di patate, piatto tradizionale della cucina del Salento - [...] avervi proposto i “panzerotti di patate” e la “puccia con le olive“, il nostro viaggio tra le prelibatezze della…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *