I resti di Rudiae, antica città messapica alle porte di Lecce

I resti di Rudiae, antica città messapica alle porte di Lecce

Alle porte di Lecce, “capitale” del Salento, fra la strada che porta a San Pietro in Lama e la vecchia via per Copertino, si trova il sito dell’antica città messapica di Rudiae. Secondo gli studiosi qui si troverebbero i resti di un antico anfiteatro: nel terreno, infatti, si nota una grande depressione a forma ovale.

La città di Rudiae rientrava nell’area di influenza della colonia dorica di Taranto ed è nota soprattutto per aver dato i natali al poeta latino Quinto Ennio, poeta, scrittore e drammaturgo, considerato uno dei padri della letteratura latina, nato nel 239 a. C. e morto a Roma nel 169 a C. Fu proprio l’autore a scrivere “Nos sumus Romani qui fuimus ante Rudini” (“Sono romano io che un tempo fui cittadino di Rudiae”).

Rudiae è citata in un antico resoconto di epoca normanna; nel XVI secolo anche l’umanista Antonio De Ferrariis, detto il Galateo, ipotizzò che Rudiae, in località Rugge, fosse la patria di Quinto Ennio. Questa ipotesi, poi, fu convalidata dallo storico Theodor Mommsen.

Come si diceva, in questa zona sono visibili le tracce di un anfiteatro, ma anche di due cinte murarie in blocchi di tufo. I ritrovamenti avvenuti nel corso del tempo attestano la presenza di frequentazioni già dal IX e VIII secolo a. C. e la nascita di un insediamento tra la fine del VI e il III secolo a. C.

Secondo la testimonianza di Silio Italico, la città iniziò a perdere importanza e a ridursi ad un piccolo villaggio già nel I secolo d. C., con il progressivo affermarsi della vicina Lupiae (Lecce), che in quel periodo si era già dotata di un teatro e di un anfiteatro.

Il sito archeologico è rimasto abbandonato per diverso tempo. Solo negli ultimi anni studiosi e appassionati hanno iniziato a rivalutare l’importanza di questi luoghi e a proporre itinerari e passeggiate per far conoscere alla cittadinanza i resti archeologici che testimoniano i fasti dell’antica città.

Durante la vostra vacanza approfittatene anche per visitare il centro storico di Lecce, con il Duomo, la basilica di Santa Croce, piazza Sant’Oronzo. Qui vi suggeriamo anche alcune strutture ricettive selezionate dallo staff di Terrarussa.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *