L’orchidea: il fiore del Salento

L’orchidea: il fiore del Salento

Salento: terra di mare, terra di sole e terra di fiori. Nella parte meridionale di questo lembo di terra, infatti, è possibile ritrovare ben 34 specie di orchidee delle oltre 120 presenti in Italia e delle 80 individuate in Puglia. Nel Salento, inoltre, sono nati molti ibridi che sono stati ritrovati proprio qui per la prima volta.

Le Orchidaceae costituiscono una famiglia della quale fanno parte oltre 20mila specie in tutto il pianeta. Molte di esse sono tropicali e vivono sui tronchi degli alberi, con fiori di grandi dimensioni. Quelle che vivono in Europa, invece, sono terrestri e con fiori di piccole dimensioni. È il caso delle tante specie che nascono nel Salento e che, spesso, non superano nemmeno l’altezza dell’erba tra cui crescono. Fiori di straordinaria bellezza, che vanno ricercati e ammirati con delicatezza.

Ci sono specie molto diffuse, come l’Anacamptis pyramidalis e l’Orchis lactea, che si possono ammirare nel periodo della loro fioritura con le loro bellissime colorazioni e il loro intenso profumo, simile a quello della vaniglia.

Altre specie, come l’Epipactis microphylla e il Limodorum abortivum, si trovano in pochissimi esemplari. Di altre, poi, se ne sono trovati solo un paio: si tratta dell’Aceras antropophorum e dell’Orchis italica. C’è, poi, l’Ophrys ciliata, della quale non vi sono più tracce.

Molte specie possono essere ammirate, nel pieno rispetto della natura, nel Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento”, nelle vicinanze delle località marine di Torre San Giovanni e Torre Mozza. Qui il tecnico della prevenzione dell’ambiente Roberto Gennaio nel corso dei suoi studi sulla vegetazione ha scoperto un nuovo ibrido naturale di orchidea spontanea, pubblicato nel 2009 sul notiziario scientifico Giros. L’orchidea è stata deniminata “Ophrys ozantina”, in onore proprio a Ugento e al parco naturale, dove crescono anche altre specie endemiche che fioriscono nel periodo primaverile.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *