Sagra della pittula e la Fòcareddha a Specchia

Sagra della pittula e la Fòcareddha a Specchia

Ogni paese del Salento, rispettando la propria tradizione che si tramanda da anni, accoglie a suo modo, nella notte di Natale, la nascita di Gesù Bambino.

Da circa trent’anni, la città di Specchia (una tra le più affascinanti del salento) organizza per il giorno della vigilia di Natale la tanto attesa Sagra della Pittula.

Queste tipiche frittelle della cucina salentina ripiene, a piacimento, con pomodorini e olive, rape, tonno o baccalà, affiancate anche da altri prodotti tipici come le pucce con le olive, i purceddhuzzi e accompagnate con dell’ottimo vino, attirano i viandanti con il loro unico profumo.

La sagra, che di solito si tiene in piazza del Popolo, accompagna tutta la serata del 24 dicembre, con stand enogastronomici e una band locale che suona.

Il piacere culinario rappresentato dalla tradizione che perpetua nel tempo, è accompagnato dall’accensione della Fòcareddha, un falò preparato in piazza come simbolo di buona speranza per rallegrare i cuori.

Sia le sagre paesane che il fuoco fanno parte della cultura del popolo salentino, simboleggiando uno spiccato individualismo: durante questa occasione, periodo più amato da tutti, si raggiunge l’apice.

Non c’è niente di più bello che aspettare tutti insieme la nascita del Bambinello, intorno ad un caldo fuoco e gustando delle saporite pittule.

L’accoglienza che i salentini riservano alla venuta di Gesù, può sicuramente essere un’occasione per sentire ancora più vicine le tradizioni locali. Il Salento in questo si dimostra sempre all’altezza di un turismo completo, per non mancare di occasione di offrire una vacanza itinerante nel terrotorio.

Specchia vi aspetta il 24 dicembre alle ore 18.00

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. Presepe vivente nel Borgo antico di Specchia, nel Salento - [...] Piazza del Popolo una grande focareddha riscalda i milioni di visitatori alla fine della lunga e suggestiva [...]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *