Casarano, centro economico attivo nel Salento

Casarano, centro economico attivo nel Salento

Casarano è un comune della provincia di Lecce. Situato nel Salento meridionale, dista 46 km dal capoluogo e 10 km dalla costa ionica. È il sesto centro più popoloso della provincia.

È un paese molto ricco e industrioso dedito all’attività agricola e manifatturiera.

Nel 1968, grazie all’abilissimo imprenditore Antonio Filograna, a Casarano sorge una delle principali industrie calzaturiere italiane e una delle prime realtà industriali del Salento, la Filanto. L’azienda ha raggiunto, infatti, nel periodo di massimo splendore, una produzione giornaliera di oltre 50.000 paia di calzature, essendo per un certo periodo il più grande produttore europeo.

 Nel 1997 viene per questo insignito del titolo di “Cavaliere del lavoro”.

L’economia, comunque, di questo paese è sempre stata fiorente e diversificata, esistono infatti numerose imprese medio – piccole specializzate nei settori tessile, di abbigliamento, della lavorazione del legno ecc. questo ha contribuito alla crescita di una produzione che supera i confini nazionali. Casarano vanta aziende leader nel settore che rappresentano la città a livello internazionale. E’ uno dei due distretti industriali più importanti della regione ed è la città capofila del consorzio Area Sistema di Casarano che accomuna 13 comuni dell’hinterland  con il preciso scopo di offrire servizi adeguati per un territorio in continua espansione.  L’agglomerato urbano è molto ampio con vari servizi e infrastrutture: ospedale, ufficio per le Entrate, sede INPS, INAIL, Camera di Commercio e vari Istituti Superiori (Liceo Scientifico, Classico, Pedagogico, Industriale, IPSIA, Istituto per Geometri). La maggior parte dei ragazzi dei paesi limitrofi frequentano le scuole superiori a Casarano.

Cenni storici

La genesi di Casarano, molto probabilmente, risale al centurione romano Caesar che ottenne l’assegnazione di queste terre per meriti militari. Il nome di Casarano, infatti, deriverebbe da Caesaranum cioè ‘possesso di Cesare’.

Il primo nucleo abitato e vitale della moderna Casarano è Casaranello (Casarano Piccolo), che a partire dal IX secolo fu abbandonato per ragioni di sicurezza, come conseguenza dell’invasione dei saraceni.  Qui venne edificata la Chiesa di Santa Maria della Croce fra il V e il VI secolo. Una chiesa unica nel suo genere con splendidi mosaici paleocristiani e affreschi di origine greca e bizantina e conosciuta, appunto, con il nome di Chiesa di Casaranello, un vero punto forte della città.

Tante altre sono le Chiese che è possibile visitare e che sono parte integrante di Casarano, la bellissima Chiesa Madre, la Chiesa di San Domenico che sorge nella Piazzetta omonima, la Chiesa Santa Maria degli Angeli o ancora la Cappella della Madonna della Campana. Quest’ultima è un edificio solido e solenne che sorge sul punto più alto della città, dal quale è possibile ammirare il panorama dei  paesi e delle campagne limitrofe. La Madonna della Campana, cui la chiesa è la compatrona di Casarano insieme a San Giovanni l’Elemosiniere è altresì protettrice dei cavamonti, minatori di un tempo che estraevano dalla roccia locale il “carparo” necessario per le costruzioni.

Si narra che la popolazione si rifugiò sulla collina chiamata Campana per la sua forma, per sfuggire ai saraceni che saccheggiavano la zona in lungo e in largo, durante la dominazione Bizantina. Affidandosi alla Madonna della campana scamparono l’assalto dei mori. Costruirono dunque una cappella dedicata alla vergine ed ogni anno ricordano l’evento con una festa.

Di grande impatto sicuramente la Grotta del Crocefisso o di Santa Costantina e i resti del convento. Qui sono stati scoperti numerosi fossili risalenti a comunità del periodo Neolitico. Suggestiva è l’immagine del Crocifisso che si intuisce nella roccia terminale del piccolo altare anch’esso ricavato nella roccia. Secondo alcune credenze esiste un cuniculo sotterraneo che collega questa cripta con quella di Ugento.

A pochi passsi dall cripa del Crocefisso si trova la Grotta della Trinità .

Casarano è segnato dalla costruzione di numerosi palazzi nobiliari, dimora delle importanti famiglie che si avvicendarono nel paese: Palazzo D’Aquino (uno dei palazzi più grandi e maestosi del Salento, chiamato da casaranesi “casteddhu”), Palazzo D’Elia, Palazzo Dei Domenicani, Palazzo Astore, Palazzo Capozza. Una delle zone più caratteristiche della città è sicuramente Piazza San Giovanni, una piazza molto estesa e delimitata da palazzi otto – novecenteschi. Sulla piazza si affacciano la Torre dell’orologio e il sedile del 500 che formano un unico elegante complesso. Sempre nella piazza erge la statua dedicata a San Giovanni Elemosiniere. Un altro luogo molto suggestivo del borgo antico è la Piazzetta Nazario Sauro conosciuta con il nome “Piazza del pesce”( fino a poco tempo fa era sede del mercatino del paese).

Casarano è un piccolo paese d’arte, contiene numerosi monumenti, musei ed edifici ricchi di storia. Oltre all’arte, alla storia, all’industria Casarano è conosciuta anche per i suoi centri sportivi, per i negozi e per i tanti intrattenimenti che offre.  Euroitalia è un centro polisportivo, uno dei più grandi nelle vicinanze, con campi da calcio, tennis, equitazione, piscina ed è addirittura una casa di cura per anziani e un elegante albergo. Vanta sia un cinema che un teatro.

Eventi

Gli eventi di maggio di maggiore richiamo sono le feste dedicate a San Giovanni e alla Madonna della Campana. La terza settimana di Maggio è interamente dedicata al Santo patrono, la città si riempie di luminarie, concerti bandistici, un lunga fiera, bancarelle enogastronomiche,  e uno spettacolo pirotecnico che attira, ogni anno, milioni di persone. Ad Aprile (la prima domenica dopo pasqua) si festeggia in onore della Madonna della Campana. Ciò che la rende unica è la tradizionale processione con bambine e bambini vestiti da angioletti e verginelle che accompagnano i santi. È’ un giorno di festa dove tutti i casaranesi organizzano pranzi e pic –nic proprio sulla collina, a ridosso della Chiesa.

Anche qui, come tutti i paesi doc del Salento, si organizzano, per ogni occasione fiere e sagre dei prodotti locali. Ad Agosto per esempio la sagra della Cazzata (focaccia) casaranese, a settembre la sagra ti Munticeddhi e di Pietrabianca, a dicembre la sagra della pittule e così via.

Casarano è meta frequentata anche in versione notturna. È possibile, infatti, trovare locali di ogni tipo…bar, come il Bar Dosito, diventato ormai un punto fisso per sostare prima di muoversi altrove, pub e pizzerie come l’Enjoy , l’Oxo o il Chaplin che organizza serata a tema, dedicate a musica dal vivo, karaoke, quiz ecc. e anche i ristorantini tipici non mancano, l’Oste Pazzo si trova nel cuore del centro storico ed frequentatissimo per la sua ottima cucina casereccia e per i suoi abbondanti antipasti locali.

La costa più vicina e più frequentata dai casaranesi è Torre San Giovani e la spiaggia di Torre Mozza. Ma non dista pochissimi chilometri anche dalla rinomata Gallipoli e  da Santa Maria di Leuca.

Come arrivare

In auto:

percorrere l’autostrada A/14, uscita Bari Nord

proseguire in direzione Brindisi – Lecce, SS per Gallipoli – Santa Maria di Leuca

Uscita Casarano

In treno:

Stazione FFSS di Lecce, proseguire con il treno provinciale della Ferrovia Sud Est Lecce – Casarano

In aereo:

l’aeroporto più vicino è Brindisi dal quale è possibile raggiungere Casarano o attraverso autobus o rivolgendosi ai servizi transfer.


Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *