I gruppi di pizzica del Salento: tappa numero 1

I gruppi di pizzica del Salento: tappa numero 1

Iniziamo un viaggio alla scoperta dei gruppi di musica popolare più famosi del Salento, che per passione portano la pizzica sulle piazze dell’estate salentina per far ballare residenti e turisti. Oggi vi parliamo degli Alla Bua, dei Marcarimirì e dei KamaFei… con la loro musica non resisterete alla tentazione di ballare e cantare!

Pizzica salentina

Gli Alla Bua

Alla Bua

Questo gruppo si è formato tra le ronde della festa di San Rocco di Torrepaduli, nelle notti itineranti di Santu Lazzaru, nelle feste tipiche che hanno creato sempre maggiore unione tra i sei componenti del gruppo, provenienti da vari paesi del Salento.

Il nome di questo gruppo deriva da una locuzione usata dagli anziani del sud Salento – in particolare ad Alliste e dintorni – per accompagnare i canti di lavoro e d’amore. Una parola ripetuta insistentemente, come se fosse un sostegno alla voce principale, che deriva dalla lingua grika.

I componenti del gruppo hanno esperienze musicali molto differenti tra di loro: ciò porta ad una riproposizione molto colorita del repertorio tradizionale salentino. Gli Alla Bua sul palco sono molto coinvolgenti, e nessuno potrà fare a meno di ballare e cantare al ritmo dei loro strumenti!

 

pizzica

I Mascarimirì

Mascarimirì

Premiato a livello nazionale e internazionale, il gruppo dei Mascarimirì è diretto da Claudio “Cavallo” Giagnotti dal 1998, anno della sua fondazione. Definito come gruppo della “tradinnovazione”, porta l’ancestrale linguaggio della pizzica verso nuove frontiere, con solide radici nella tradizione salentina. La musica dei Mascarimirì – che hanno prodotto anche numerose opere discografiche e si sono esibiti su palchi importanti alla presenza di personaggi illustri del mondo della musica e dello spettacolo – è coinvolgente e sempre con nuove sfumature… insomma, i loro appuntamenti sono imperdibili per gli appassionati e i curiosi!

Pizzica Salento

I Kamafei

KamaFei

Il nome di questo gruppo in griko vuol dire “Caldo che scorre” e si riferisce sicuramente alla calda terra salentina, ma anche al calore che i componenti di questa formazione musicale trasmettono al pubblico con i loro strumenti e con la loro voce. Nel loro ultimo lavoro, “Rispetto”, la tradizione salentina del tamburello si coniuga con maestria alla bossa, al reggae, al rock, allo ska, all’hip-hop. I componenti dei KamaFei hanno partecipato a numerosi progetti importanti e sono stati presenti su numerosi palchi prestigiosi insieme a personaggi importanti del panorama artistico nazionale e internazionale.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. Cosa fare e dove andare domenica 22 luglio in Salento: ecco gli eventi - [...] a Caprarica continua la “Festa te la Uliata”, con la musica popolare dei Vento del Sud e degli Alla…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *