Un grande progetto: il Presepe artistico di Salice Salentino

Un grande progetto: il Presepe artistico di Salice Salentino

Tra i tradizionali Presepi, grande richiamo nel periodo natalizio dei fedeli allietati dalla ricorrenza della Nascita di Gesù, quello di Salice Salentino, un comune del nord Salento, merita una particolare attenzione. Unico nel suo genere è stato definito fra i più belli ed interessanti presepi d’Italia e del mondo.

La più Grande Rappresentazione Artistica dei Vangeli dell’Infanzia di Gesù e del Calvario, una grandissima opera ancora in fase di realizzazione, nonostante siano già trascorsi 16 anni da quando sono iniziati i lavori.

L’autore di questo presepe è Francesco Spagnolo, un cittadino di Salice che nel corso della sua vita si è sempre dedicato alla lavorazione della cartapesta e di altre tecniche presepiali.

Nel 1995 il Sig. Spagnolo elabora una nuova tecnica per la cartapesta composta da diversi tipi di cartoncino, compensato, crema di carta, legno e stucchi pregiati che prende il nome di cartapesta ambientale. È una tecnica complessa e laboriosa che serve per realizzare strade, edifici, muretti, templi ecc. Nel 1996 decise così di realizzare il primo presepe artistico nella sua abitazione, occupando circa 8 mq. Con il passare degli anni il progetto si è ampliato, anche grazie al valido aiuto valido dei suoi figli, tanto da dover traslocare in una zona più ampia di ben 130 mq, in via Giovanni XXIII N° 23.

Il presepe è una riproduzione fedele della vecchia Palestina ai tempi di Gesù, curato nei minimi particolari: paesaggi rupestri ricreati utilizzando schiuma espansa e tempere acriliche; luci e colori che permettono un’ottima sincronia tra le fasi del giorno e della notte,  il firmamento celeste rappresentato dalle Costellazioni principali dell’Emisfero Nord, stelle decorative, muretti a secco, pozzi, fontane , addirittura un piccolo orto botanico e tanto altro.

Ogni scenario è accompagnato da varie didascalie che ne spiegano l’episodio evangelico; è presente anche una grande tela raffigurante il deserto di Giuda dipinta con tempere e colori ad olio.

Le statuette in stile orientale, lavorate interamente a mano secondo le antiche tradizioni del luogo ed alte circa 30 centimetri, quest’anno sono circa 300 e sono opera di Alessandra Guerrieri.

La sua permanente ubicazione permette di visitarlo non solo nel periodo natalizio. Infatti, quest’anno da febbraio e metà novembre si sono contate oltre 16 mila visite.

Da tutta Italia e non solo vengono ad ammirare questa meravigliosa rappresentazione della natività, delle persone, della natura che hanno circondato Gesù in quel periodo.

L’intento di F. Spagnolo è quello di raffigurare le varie fasi della vita di Cristo, quella che noi tutti conosciamo attraverso il Vangelo e lo fa realizzando delle incredibili opere come il foro romano, la sinagoga,  il palazzo di Erode, il mulino, le piramidi della Valle di Giza (Egitto) ecc.

La visita al presepe è gratuita e prevede i seguenti orari:

dal 1° dicembre al 2 febbraio, dalle 16.30 alle 20.30;

per le visite durante l’anno, per gruppi o gite scolastiche, contattatre direttamente il Sign. Spagnolo:

tel. 0832/73.35.25 – cell. 320/721.89.75

 e-mail : spagnolo55@alice.it oppure spagnolo55@libero.it

Potete sicuramente includere questa meravigliosa opera nella vostra vacanza nel Salento; vi suggeriamo un soggiorno a Lecce (che dista circa 25 km) c/o il Grand Hotel Tiziano e dei Congressi; oppure potete alloggiare c/o il Villaggio Riva degli Angeli o il Villaggio Baia Malva.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *