Il nostro tour del Salento: mare, relax e storia

Il nostro tour del Salento: mare, relax e storia

Non tutte le vacanze sono programmate, almeno non questa. L’unica cosa che volevamo era trascorrere qualche giorno in completo relax, secondo la nostra chiave di lettura. Ovvero, mare, cenette, qualche drink all’aria aperta e tanta tranquillità. Cosa chiedere di più? Come meta avevamo scelto il Salento, affascinati dalle parole dei nostri amici che ce ne avevano parlato tanto e bene. Noi, per rimanere con i piedi per terra, siamo partiti senza troppe aspettative.

Campo base una masseria sperduta tra gli olivi di Borgagne, frazione di Melendugno. Nella nostra prima giornata abbiamo visitato la Spiaggia Lido degli angeli, a nord di Porto Cesareo. Mare sublime, acqua cristallina e spiagge sia libere che attrezzate. Da lì ci siamo spostati alla volta di Gallipoli. Molto interessante il centro storico, che si sviluppa su un’isola collegata alla terraferma dove invece domina il volto moderno della città. Nelle strette vie cittadine troverete molti negozietti da turisti, numerosi anche i locali sul lungomare in una posizione ideale per un aperitivo o una cena.

Abbiamo quindi fatto tappa a Lecce per la Festa del Patrono, che ci ha sorpresi per le tantissime bancarelle e ottimi croccanti preparati sul momento nei chioschi di dolci. Incantevoli le luminarie sopratutto in piazza Sant’Oronzo.

Il nostro secondo giorno di vacanza è stato inaugurato con la visita della Grotta Zinzulusa nei pressi di Castro Marina, sulla riviera adriatica. Visita breve, circa 20 minuti, ma resa intensa dalle formazioni calcaree della grotta. Spostandoci in barca abbiamo visitato anche la Grotta Azzurra e Grotta Palombara, spelonche raggiungibili solo via mare e visitabili in 15-20 minuti. Meritano di essere viste. Quanto al mare, abbiamo scelto la spiaggia di Frassanito a nord di Otranto. Spiaggia dalla sabbia fine mista a ciottoli. Mare sempre splendido e cristallino. Unico limite il fatto che sia un po’ ventosa. Siamo rimasti incantati dal centro storico di Otranto, cittadina dal sapore levantino e ricca di vitalità, dagli spettacoli agli artisti di strada. Sosta obbligata.

Partiamo per Santa Maria di Leuca da cui ci imbarchiamo per un tour in barca di un’ora e mezzo della costa adriatica, che comprende mezz’ora di bagno presso la grotta del Soffio. Zona di mare fantastica e difficilmente accessibile altrimenti. Mentre sulla costa ionica, grazie alla segnalazione di un conoscente, ci siamo recati al Lido Pizzo nei pressi di Torre del Pizzo a sud di Gallipoli, nell’area compresa dalla riserva naturale. Il parcheggio dista 5 minuti a piedi dal mare. È una zona caratterizzata da scogli e adatta a tutti gli amanti dello snorkeling. Per restare sul tema mare, una meta consigliatissima è “Maldive del Salento”, spiaggia situata a Marina di Pescoluse, vicino a Santa Maria di Leuca. Il parcheggio costa 3 euro al giorno. Spiaggia sia libera che attrezzata, e affollata da giovani. Mare superbo.

Momenti che porteremo con noi e che ci ricorderanno sempre il profondo rapporto d’amore stabilito con il Salento, terra misteriosa, affascinante e attraversata da un’accoglienza unica.

Ringraziamo Walter di Ceccano per aver condiviso con noi la sua esperienza di viaggio nel Salento (inviato il 19/08/2012).

Invia il diario della tua vacanza

 

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *