La Cupeta, una golosa croccantezza tutta salentina

La Cupeta, una golosa croccantezza tutta salentina

I piatti della cucina tradizionale salentina si basano su ingredienti che la terra del Salento ha da sempre offerto ai suoi abitanti. E tutti questi ingredienti sapientemente mescolati danno vita a piatti  semplici e genuini, di gusto contadino e di sapore antico.

Tra i tipici dolci salentini realizzati con i frutti della terra troviamo la “cupeta”, un croccante dalla forma di lunghe stecche in cui l’ingrediente principe è costituito dalle mandorle. Zucchero, mandorle tostate e aromi come vaniglia a limone sono gli ingredienti per realizzare questa delizia alla quale è difficile rinunciare.

maestro cupetaro

Lavorazione della Cupeta

Dolce originariamente arabo dal nome “qubbaita”, è giunto in Italia tramite la Sicilia. Qui nel Salento è d’obbligo trovare durante le sagre e le feste patronali il carretto ambulante dove i maestri cupetari, con tanta maestria, preparano davanti agli occhi dei passanti questo dolce.

È davvero magico osservarli mentre adagiano il composto bollente su una lastra di marmo e poi lo lavorano con movimenti lenti e sinuosi prima di tagliarlo e venderlo caldo. Il profumo di mandorla e zucchero non potrà fare a meno di condurvi davanti a questi abili pasticcieri! Certamente si può anche preparare a casa ed ecco quindi la ricetta per chi si volesse cimentare nel realizzare questo dolce.

Ingredienti:
300 gr di mandorle pelate

350 gr di zucchero

Succo di limone

Vaniglia in polvere

Preparazione:
Immergere le mandorle in acqua bollente per pochi minuti; lasciarle raffreddare un po’ e togliere la buccia. Lasciarle asciugare su un tavoliere per qualche giorno. Dopo averle asciugate, metterle nel forno a calore moderato per abbrustolirle. Una volta pronte ridurle a pezzetti più o meno piccoli. A questo punto in un pentolino far sciogliere sul fuoco lo zucchero girandolo con cura con un cucchiaio di legno e facendo attenzione a non bruciarlo. Dopo che lo zucchero si sarà sciolto versare all’interno del pentolino le mandorle e girare con forza in modo che il tutto si possa amalgamare il più possibile. Aggiungere la vaniglia in polvere e la buccia di limone grattugiato.  Infine versare il composto su un tagliere di marmo o di legno e livellarlo con una spatola. Lasciare intiepidire e prima che si solidifichi del tutto tagliere a losanghe con un coltello.
Lasciare raffreddare e conservare la cupeta in un luogo fresco e asciutto. Certamente non potrete fare a meno di assaggiarla calda!

Clicca qui per scoprire le altre specialità culinarie salentine!

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *