Chiesa di Santa Maria della Lizza a Alezio nel Salento

Chiesa di Santa Maria della Lizza a Alezio nel Salento

Nel cuore del Salento, a 37 km da Lecce, e a soli 7 km da Gallipoli, Alezio, vanta un passato di grande centro messapico nella zona. Nell’architettura religiosa della città un punto di grande interessa suscita la Chiesa di Santa Maria della Lizza.

E’ il simbolo indiscusso della città  di cui non si conosce precisamente la data di fondazione. Nel corso dei restauri effettuati negli anni sessanta, si è potuto stabilire che la chiesa venne costruita tra la seconda metà del XII secolo e la prima metà del XIII secolo. Le vicende storiche della chiesa sono comunque legate alla vicina Gallipoli: tra il XII e il XIV secolo, durante la dominazione di Gallipoli da parte di Carlo D’Angiò, la chiesa della Lizza diventò sede episcopale al posto della cattedrale di Gallipoli.

Venne intitolata a Santa Maria de Cruciata e naturalmente a Sant’Agata. Nel corso dei secoli la chiesa ha subito vari rifacimenti: al prospetto principale è stato addossato, infatti, un monumentale pronao costituito da un torrione con duplice funzione, militare e decorativa, databile tra la fine del XIII e la prima metà del XIV secolo. La chiesa, con pianta a croce latina, presenta un impianto planimetrico a navata unica con transetto sporgente ed il presbiterio absidato orientato verso est. Le pareti interne della chiesa, un tempo decorate, oggi presentano solo alcuni affreschi che facevano parte di un interessante ciclo iconografico realizzato comunque in due momenti diversi tra il XIII-XIV e tra il XV-XVI secolo, opera di frescanti meridionali. Inoltre, decorano la chiesa alcune tele tardo cinquecentesche attribuite alla scuola del pittore Gian Domenico Catalano, oltre alla tela raffigurante San Francesco intercede per i poveri presso la Vergine di ignoto pittore meridionale, databile nel secondo quarto del XVII secolo.

Da non perdere è la festa padronale che nella metà di agosto di ogni anno, dal 14 al 16, si tiene ad Alezio in onore della Madonna della Lizza. Per questo evento il paese si riempie di suoni, colori e luci. Molto caratteristica è la processione, nel corso della quale la santa viene portata a spalla per le vie del paese, in interminabili percorsi lungo i quali si prega e si canta. Infine, chiudono la festa, tre diverse batterie di fuochi pirotecnici che squarciano il cielo buio della notte con mille colori, lasciando a bocca aperta grandi e piccini.

Dormire ad Alezio garantisce tranquillità e posizione strategica per una vacanza nel Salento all’insegna del mare e della cultura.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *