Le strade del vino, I tappa: Alezio D.O.C.

Le strade del vino, I tappa: Alezio D.O.C.

Il vino costituisce una vera ricchezza per il Salento. E’ un prodotto autentico che, insieme all’olio, non può assolutamente mancare sulle tavole dei salentini e che dimostra la profonda passione nei confronti della terra e degli antichi mestieri.

La vite è stata, fin da tempi molto remoti, una delle coltivazioni più importanti della Puglia e del Salento, antica Terra d’Otranto. Diffusa, in particolare, nella parte settentrionale nota come Tavoliere Salentino (o Piana Messapica) la coltivazione della vite è  giustificata dalla presenza di condizioni ambientali favorevoli.

Nel Salento si produce vino prezioso e rinomato, che ha ottenuto il riconoscimento della denominazione di origine controllata. La vasta produzione è in grado di realizzare vini da pasto di qualità, con caratteristiche ben definite secondo “itinerari” indicati come Strade D.O.C.

Le strade dei vini D.O.C (denominazione di origine controllata) nel Salento sono otto. Tra queste il vino denominato Alezio D.O.C. catalogato nella Regione Puglia al numero progressivo 86.

Il primato di Alezio è riservato ai vini rosso e rosato che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti da un disciplinare di produzione.

I vini sono ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti costituiti dal vitigno Negro Amaro. Possono concorrere alla produzione di detti vini le uve provenienti dalle varietà di vitigni Malvasia Nera di Lecce, Sangiovese e Montepulciano.

Le uve sono prodotte nella zona di produzione che comprende tutto il territorio comunale di Alezio e Sannicola ed in parte quello dei comuni di Gallipoli e Tuglie.

Il vino Alezio rosso si presenta di colore rosso rubino piuttosto intenso. Ha un odore intenso e abbastanza persistente, etereo, fruttato, con sentori che ricordano la marasca e il tabacco. Il sapore è secco, decisamente caldo, abbastanza morbido, poco tannico e quasi sapido, di corpo, equilibrato, con sensazione delicatamente amarognola. Va gustato in calici per vini rossi di corpo,  a una temperatura di 16’18°C . Abbinato a manzo, carni rosse alla piastra, cacciagione a penna.

Vino rosato Alezio doc

Rosa del Golfo

L’ Alezio Rosato ha colore rosa, corallo intenso; l’odore è vinoso e persistente; il sapore è asciutto, armonico, vellutato, con leggero retrogusto amarognolo. L’Alezio ha una gradazione alcolica che da 12 gradi del Rosso arriva a 12,5 gradi nella tipologia Riserva.

Il vino Alezio Rosato Doc e’ un vino rosato che si abbina bene con secondi di pesce ed in particolare Impepata di cozze, primi piatti con sugo di pesce ma anche vitello e carni. Va servito in calici ampi e aperti. Il vino Alezio Rosato Doc si trova in commercio in ogni periodo dell’anno.

Le cantine vinicole che propongono la vendita sono veramente tante e sparse in varie zone della penisola salentina.

Ad Alezio le cantine sono famose per l’ottima qualità di vino e per le visite guidate che possono essere fatte dai visitatori durante il periodo lontano della vendemmia.

Una è la Cantina Rosa del Golfo, in via Garibaldi, 56.

L’ azienda Calò nasce circa due secoli fa nel Salento, grazie a  Leopoldo Calò e al suo piccolo podere a vite e ulivi.  Nel 1963, con l’ingresso in azienda di suo figlio Mino, nasce il Rosa del Golfo, un rosato del Salento presto divenuto così famoso da identificarsi con l’azienda, che dal 1988 assume lo stesso nome.

In 30 anni di lavoro l’azienda ha ottenuto ben 14 tra i più prestigiosi premi nazionali e internazionali, come “Bollicine d’Italia” al Gambero Rosso 2008. Produce circa 300.00 bottiglie all’anno. Tra i vini più famosi, oltre alla Rosa del Golfo, Vigna Mazzi, Scaliere, Bolina, Primitivo, Portulano e lo Spumante Brut Rosè.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *