Santa Cesarea Terme

Mare

Considerata una delle piccole meraviglie del Salento, Santa Cesarea Terme, si estende su un verde pendio a 94 metri sul livello del mare. Situata sul versante adriatico dista circa 10 chilometri da Otranto e 35 da Lecce.

Si caratterizza per un ambiente naturale davvero straordinario che ha reso questo comune una delle località balneari più rinomate della Puglia.

Vista santa cesarea

Vista mare Santa Cesarea terme

A rendere speciale questo territorio è sicuramente la costa rocciosa, a picco sul mare, ricca di frastaglioni e di grotte preistoriche. Il mare è limpido, cristallino con fondali ora profondi, ora sabbiosi, ora ricoperti da tipica vegetazione marina.

A volte il confine tra il mare trasparente e la terra scompare con onde alte che si infrangono sulla scogliera. Il posto è veramente suggestivo, nonostante non ci siano spiagge. Il mare è profondo sin da subito, ma ci sono vari stabilimenti balneari che permettono di accedere facilmente in acqua e che spesso sono forniti di piscina con acqua marina o termale.

Le Piscine Di Santa Cesarea si trovano di poco a sud di questo suggestivo comune e si raggiungono attraverso una scalinata scavata nella roccia. Si tratta di piscine naturali createsi all’interno di antiche cave. L’acqua al loro interno è bellissima con sfumature che vanno dal turchese al verde smeraldo, sempre calma e bassa.

Tra i vari lidi attrezzati, il Caicco o Gli Archi. Il Caicco è un lido posto sugli scogli con una vista mozzafiato che si può ammirare dalle sue terrazze. Per chi è amante della comodità della spiaggia e delle calette, magica è sicuramente la caletta di Porto Miggiano con mare trasparente e una sabbia fine e dorata. A soli 5 chilometri a nord di Santa Cesarea si raggiunge anche Porto Badisco, una spiaggetta incastonata tra le scogliere.

Le Acque Termali

Oltre alla bellezza del mare e della natura, ciò che principalmente caratterizza questa località è proprio il fenomeno delle sorgenti termali. Le acque clorurate, solfuree e iodiche delle sorgenti di Santa Cesarea sgorgano a temperature variabili in quattro grotte naturali, comunicanti con il mare e denominate: Gattulla, Fetida, Sulfurea e Solfatara.

Quando l’acqua delle grotte arriva negli stabilimenti viene sottoposta a un processo di eutermalizzazione, che la porta dai 30° C originari ai 36 -37° C necessari per il suo utilizzo terapeutico. Infatti, i bagni e i fanghi termali risultano particolarmente indicati per le patologie artroreumatiche, dermatologiche, delle vie respiratorie, postumi di traumi, o semplicemente  per cure estetiche e antistress.

Un giorno, due o una settimana per riacquistare la propria forma, godere ed essere felici, lasciandosi andare all’abbraccio dell’acqua e del fango.

Le acque di Santa Cesarea rappresentano un patrimonio naturale tra i più importanti nell’idrologia medica perchè estremamente attive dal punto di vista terapeutico.

Un’ottima stazione termale tra le più attezzate e competitive. È dotata di centro fango, di un centro inalatorio con apparecchiature per aerosol, inalazioni ecc.

Questa località balenare è meta, ogni anno, di migliaia di turisti. Incanta per il suo ambiente meravigliosamente naturale, per il mare che lascia senza fiato e per la particolarità di queste acque pure, sane e rigenerative.

Movida

Feste e tradizioni

Mare porto miggiano

Vista mare Porto Miggiano

L’assessorato al turismo, cultura e spettacolo, in collaborazione con l’ente proloco organizza, annualmente, manifestazioni estive di intrattenimento proprie di località turistiche. Un calendario ricco di appuntamenti soprattutto nei mesi di Luglio e Agosto. Serate di puro divertimento con musica dal vivo, concerti e sagre. Famosissima la sagra del pesce con fritture, scapece, e “grano stumpato ai frutti di mare”, ottimo vino e musica popolare. O anche la sagra della “cucuzzata”, la tipica pagnotta di Santa Cesarea preparata con zucchine, cipolle, olive nere, pomodorini, olio. “Mesciu ‘Ntoni” (Antonio Bene) è il maestro-fornaio che sin dalla prima edizione, 23 anni fa, inforna pagnotte.

A Luglio si tiene la Notte Blu, una manifestazione ideata come un’ alternativa alla classica Notte bianca. Musica e spettacoli che durano circa dieci ore tra le strade, le piazzette, i negozi ed i musei nel centro della cittadina Termale. Tema centrale, il risparmio energetico. Il programma della serata prevede l’esibizione di gruppi musicali, artisti di strada e tanto altro per incuriosire turisti e non. Sempre a Luglio, la Fiera Sulfurea, dedicata all’artigianato salentino con bancarelle e prodotti artigianali vari. A Settembre si tiene la festa patronale del paese, dedicata appunto a Santa Cesarea Vergine.

Si onora la Santa con una processione che dopo aver percorso tutte le vie della cittadina termina con un corteo di barche alla grotta dove sarebbe vissuta e morta, seconda la leggenda.
Tutti i mesi estivi sono, comunque, un continuo festeggiamento, tra sagre, fiere, buon vino da bere e pizzica – pizzica da ballare fino a notte fonda.

Locali notturni

Santa Cesarea Terme è anche centro di movida notturna per i giovani. Grandi discoteche che ospitano dj famosi e musica sempre nuova. Tra le più frequentate il Malè immerso nella pineta. Affascina per il suo ambiente molto particolare e un paesaggio suggestivo. E’ dotato di un’ampia pista da ballo e numerosi divanetti disposti tra rocce e piante.

Anche Bagno Marino Archi oltre ad essere un lido attrezzatissimo, la sera è un ottimo ristorante pizzeria con vari generi musicali a seconda delle serate e con spazi – priveè per trascorrere per una  cena romantica.

Non solo discoteche e locali chic ma anche pub, locali e paninoteche dove incontrarsi con i propri amici in piena tranquillità, la paninoteca Triangolo Azzurro o Chiar di Luna ne sono un esempio.

Cenni storici

Costituitosi come comune autonomo nel 1922, la cittadina deve il suo sviluppo socio-economico ed urbano allo sfruttamento delle sorgenti termominerali. Nella prima metà del xx secolo, infatti, la borghesia salentina, mossa dal bisogno di trascorrere il periodo di villeggiatura fuori casa, scoprì i salutari rimedi dei soggiorni terapeutici. Questo spiega perché, in poco tempo, il centro si arricchì di incantevoli ville e dimore estive, spesso monumentali come Palazzo Sticchi. Questa villa costituisce una delle più importanti espressioni dello stile moresco, genere diffuso nell’Ottocento in alcune località balneari del Salento. Oltre a questo imponente edificio con intagli in pietra leccese, tante le cose da visitare come la Chiesa Sacro Cuore, le Torri Costiere volute da Carlo V per difendere il territorio dalle insidie provenienti dal mare e anche la Chiesa dell’Annunciazione presente a Cerfignano, frazione di Santa Cesare insieme a Vitigliano.

Curiosità

Santa Cesarea Terme prende  il nome, forse,  dalla miracolosa sorte toccata alla religiosa Vergine Cesaria, la quale salvata e santificata dall’intervento divino, prese dimora presso la sorgente di una delle grotte del posto.

Dove dormire

Santa Cesarea Terme offre varie possibilità di alloggio: hotel, B&B, residence, agriturismi e case vacanza. Abbiamo selezionato per voi alcune proposte di soggiorno adatte ad ogni esigenza.

Visualizza le nostre proposte

 

 

Come arrivare

in auto:

Autostrada A/14 Bologna – Bari
Autostrada A/16 Napoli – Bari
Uscita Bari Nord , proseguire sulla superstrada Bari – Brindisi – Lecce – Maglie
Superato Maglie, Uscita Santa Cesarea Terme

in treno:

stazione F.F.S.S. Lecce
si prosegue con il treno delle Ferrovie Sud – Est fino a  Poggiardo, oppure con autobus Lecce – Santa Cesarea Terme dal parcheggio antistante la stazione.
Servizio transfer da e per l’aeroporto o stazione a richiesta su prenotazione

in aereo:

Aeroporto più vicino è Brindisi e dista 90 km
dall’aeroporto prendere l’autobus per Santa Cesarea Terme o il servizio navetta da e per l’aeroporto su prenotazione.