Il Ninfeo delle Fate, la grotta delle leggende di Lecce

Il Ninfeo delle Fate, la grotta delle leggende di Lecce

Luogo di suggestive leggende – come tanti altri nel Salento – il «Ninfeo delle fate» di Lecce richiama, sia nel nome che nella struttura, i ninfei di epoca greca e romana.

Si tratta di edifici che sorgevano in località particolarmente ricche di acqua, nelle quali si veneravano le ninfe e ci si riuniva per svago. Il «Ninfeo delle fate» si trova sulla strada che da Lecce conduce a San Cesario, verso la Masseria Papaleo.

Scavato in un masso monolitico, il ninfeo è composto da due vani. Il primo, largo 10 metri per 5, ha scavate nelle sue pareti delle nicchie, che racchiudono statue di ninfe scolpite nel masso, corrose dal tempo e dall’umidità. La seconda stanza è circolare ed ha un diametro di circa 5 metri, con il tetto a cupola. Probabilmente era usata come piscina, poiché lungo le pareti corre un sedile in pietra.

Secondo gli studi effettuati, il ninfeo potrebbe risalire al XVI secolo e forse è stato edificato per volere di Scipione de Summa, Preside della Provincia fino al 1542. Ciò si evince dallo stemma scolpito sulla porta di ingresso.

La leggenda narra che in questo luogo amassero ritrovarsi le fate del posto, e qualcuno narra ancora oggi che esse, di notte, vanno a bussare alle porte delle case per spaventare la gente. Le voci di popolo raccontano fatti suggestivi e inquietanti. C’è chi giura di aver visto le fate in abiti bianchi mentre cambiano aspetto e diventano invisibili o si trasformano in animali…

Nel ninfeo, sempre secondo la leggenda, era nascosta l’«acchiatura», ovvero un oggetto prezioso e antico lasciato lì dalle fate. Per questo a nessuno era permesso entrarci. Un contadino, poi, ritrovò l’oggetto, riuscendo ad ottenere la protezione delle fate, tanto che in una notte di temporale fu salvato nel momento in cui un fulmine lo colpì.

Leggende popolari e luoghi incantati che rendono il Salento una terra ancora più magica e con un motivo in più per visitarla!

Alcuni consigli di alloggio per un soggiorno nel Salento, nelle località più rinomate e frequentate, Torre dell’Orso, Otranto, Porto Cesareo e Gallipoli.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *