La fiera di San Marco, una delle più importanti del Salento

La fiera di San Marco, una delle più importanti del Salento

Sin dalle prime luci dell’alba del 25 aprile il piccolo centro di Ruffano, a pochi chilometri da Casarano, è teatro di una tradizionale fiera che ha visto la luce,  da quanto si dice, addirittura nel XV secolo. È il mercato per la festa di San Marco Evangelista, protettore dell’udito.

Tutti i festeggiamenti ruotano attorno alla piccola cripta ipogea situata sotto la chiesa del Carmine e risalente al XII secolo. Vi si accede da una porticina nella parte sinistra della navata; sulla colonna centrale si può ammirare il dipinto dell’Evangelista intento a scrivere, in greco, i primi passi del suo Vangelo.

Secondo la tradizione, il 25 aprile ai fedeli che raggiungono Ruffano per onorare il santo vengono distribuiti dei batuffoli di cotone imbevuti di olio benedetto che, applicati sulle orecchie, le proteggono dalle malattie. Tante sono le grazie ricevute dai fedeli nel corso dei secoli: lo testimoniano i numerosi ex voto in oro e argento esposti in chiesa, vicino alla statua in cartapesta e alla reliquia del santo.

La grande fiera, come dicevamo, si svolge da tempi immemorabili; sulle bancarelle, in passato, si esponevano i primi frutti di stagione e gli artigiani potevano acquistare i loro attrezzi da lavoro. Inoltre erano molto venduti gli oggetti di artigianato locale e le terracotte. Nel corso degli anni quella di San Marco è divenuta una delle fiere più importanti del Salento.

Nel pomeriggio del 25, poi, prendono il via i festeggiamenti in onore della Madonna del Buon Consiglio, molto venerata in città. In serata il programma di quest’anno prevede l’esibizione dell’Orchestra del Mare.

Giovedì 26, poi, la banda della città accompagnerà la processione, che partirà alle 18 e attraverserà tutto il paese con la statua della Vergine. In serata, concerto di musica leggera con il coro Vax Maris di Santa Cesarea Terme.

Ruffano è uno dei borghi presenti nell’entroterra del Salento degno di visita come il borgo di Specchia, quello della vicina Vaste e Maglie.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *