Tricase Porto e Marina Serra: due “balconi” sull’Adriatico

Tricase Porto e Marina Serra: due “balconi” sull’Adriatico

Tricase, il più importante centro del basso Salento, oltre al bellissimo centro storico offre ai suoi visitatori lo spettacolo di ben otto chilometri di costa, comprendenti le due località marine di Tricase Porto e Marina Serra.

Tricase Porto

Tricase Porto si estende nella parte nord-orientale del territorio comunale ed è delimitata a sud dall’insenatura naturale del Rio e da Marina Serra, a nord dal promontorio sul quale si erge la Torre del Sasso e a ovest dalla serra che si estende fino all’abitato di Tricase. Dalla marina passa la litoranea che da Santa Maria di Leuca conduce ad Otranto.

La costa di Tricase Porto è prevalentemente bassa e rocciosa, con alcuni tratti a strapiombo e con alcune stupende grotte marine. In una grande insenatura naturale profonda da 2 a 7 metri è stato costruito il porto, noto fin dal 1400 e corredato, negli ultimi decenni, di un piccolo porticciolo utilizzato dalle imbarcazioni da diporto.

Fra i monumenti della piccola località marina bisogna ricordare la chiesa di San Nicola, patrono della cittadina, e la Torre del Sasso, chiamata così perché situata su una grande roccia a 116 metri sul livello del mare e costruita, come le altre torri costiere del Salento, per difendere il Salento dagli attacchi dei turchi e dei saraceni nel XVI secolo.

Sul corso principale della marina vi sono alcuni locali, dove in estate i giovani amano trascorrere le loro serate, magari prima di recarsi in una delle tante discoteche della litoranea.

Sulla strada che da Tricase Porto conduce a Tricase si incontra la Quercia Vallonea, ritenuto l’albero più antico del Salento, che con le sue fronde fa ombra a ben 700 metri quadrati di terreno.

Marina Serra

Marina Serra di Tricase

Il promontorio di Marina Serra

Spostandoci in direzione sud, verso Santa Maria di Leuca, prima di giungere nella suggestiva località di Marina Serra incontriamo un’insenatura naturale, il canale del Rio che, secondo la credenza popolare, fu scavato dal diavolo in una sola notte. Il Rio è caratterizzato da una scogliera altissima e un mare limpido e chiaro che ne fanno, ogni anno, meta di tanti turisti italiani e stranieri.

Poco lontano si trova la piccola chiesa dedicata all’Assunzione della Vergine, conosciuta come Santa Maria della Serra. Risalente al XVI secolo, il piccolo tempio nel 1950 è stato elevato a santuario. Al suo interno una tela dell’Assunzione, opera del pittore napoletano Paolo Finoglio, e due altari dedicati a San Sebastiano e San Francesco da Paola.

A dominare il paesaggio, qui, è il promontorio del Calino, mentre nell’insenatura della costa si può ammirare la Grotta Matrona, accessibile solo dal mare. Sul litorale di Marina Serra, poi, c’è Torre Palane, edificata nel XVI secolo a guardia del territorio e, verso levante, un’antica grotta di forma circolare conosciuta con il nome di Acquaviva.

Sulla sommità del promontorio del Calino ci si può fermare al Belvedere, un balcone naturale dal quale si ammira un panorama mozzafiato fino alle marine di Andrano e di Castro.

Per la vostra vacanza nel Salento vi suggeriamo alcune soluzioni di alloggio a Santa Maria di Leuca e a Gagliano del Capo: da qui potrete spostarvi con facilità alla scoperta della meravigliosa zona della litoranea che, passando per Tricase Porto e Marina Serra, porta fino ad Otranto.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

1 Comment

  1. Antonio

    La litoranea adriatica del Salento è stupenda, ho avuto modo di percorrerla l’anno scorso durante la mia vacanza nel Salento! Con la mia ragazza siamo rimasti incantati dal panorama di Marina Serra, stupendo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *