La natura al centro della vostra vacanza: Il Parco Litorale di Ugento

La natura al centro della vostra vacanza: Il Parco Litorale di Ugento

Il Salento, conosciuto per il bellissimo mare e le invidiabili spiagge, vanta un patrimonio naturale e paesaggistico di cui non tutti sono a conoscenza. Esistono, infatti, circa 11 enti, fra parchi naturali, aree protette e aree marine, che tutelano il territorio cercando di valorizzarlo con progetti sempre più innovativi e all’avanguardia.

Il Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento” è uno di questi.

L’iter per il riconoscimento  avviato a giugno del 2000  è stato finalmente reso pratico con la L.R. n. 13 del 28 maggio 2007. Rappresenta una delle zone più interessanti e preziose della Penisola Salentina, per valore naturalistico, storico e paesaggistico. E’ situato lungo la costa Jonica ed è delimitato dalle marine di Torre San Giovanni e Lido Marini. Si tratta di circa 808 ettari di area direttamente sottoposta a tutela e di una fascia di protezione di altri 827 ettari per un’estensione complessiva di 1.635 ettari.

Una sequenza costiera pregevolissima, costituita da dune alte anche alcuni metri, una serie di bacini, canali di collegamento, le gravinelle, canaloni carsici tra loro paralleli e perpendicolari alla linea della costa, un’imponente scogliera fossile con formazioni collinari di roccia calcarea e un’estesa area di macchia mediterranea. Per qualche ora si entra in mondo nuovo, un mondo di quiete, silenzio e meravigliosa natura. Profumo di timo selvatico, mirto, olivastro selvatico, rosmarino, orchidee e delle fantastiche bacche rosse del lentisco. La fascia delle dune è caratterizzata dalla presenza di gigli e piante selvatiche molto particolari. Un piccolo sentiero, delimitato da ciottoli conduce al Canale di Pera, detto dei Diavoli perché praticamente invaso da una fitta vegetazione.

I bacini qui presenti costituiscono la più importante zona umida del versante jonico del Salento, uno dei maggiori ambienti lacustri costieri. Una zona umida costituita principalmente da bacini che hanno lo sbocco al mare in corrispondenza delle marine di Torre San Giovanni, Torre Mozza e Punta Macolone a Lido Marini e sono: Suddenna, Bianca, Ulmo, Rottacapozza Nord, Rottacapozzi Sud, Spunderati Nord e Spunderati Sud. Sono il risultato di un progetto di bonifica iniziato negli anni 30 per allontanare la zanzara portatrice di malaria e traggono il loro nome proprio dall’antica geografia delle paludi ugentine. Si trovano sulle principali rotte di migrazione, quindi raccolgono numerose specie di uccelli provenienti dal Nord Africa, dai Balcani e dal Nord Europa. È possibile anche vedere, tra i folti canneti, libellule, farfalle dai mille colori, folaghe e galline d’acqua che incorniciano il laghetto.

Il sistema dei bacini di Ugento venne classificato come Sito di Importanza Comunitaria nei primi anni del 2000.

Qui è possibile trovare dei percorsi escursionisti appositi, tra cui un percorso trekking e un itinerario multisensoriale attrezzato per non vedenti, proprio in prossimità del bacino Rottacapozza Sud.

Quest’ultimo itinerario è stato inaugurato a settembre 2011 grazie al progetto “Natura per tutti”.

Si tratta di un percorso che fiancheggia il bacino, reso accessibile ai diversamente abili con difficoltà fisiche e sensoriali. I non vedenti e gli ipovedenti possono vivere un’esperienza diretta con la natura grazie a un “corridoio – guida”, in legno provvisto di targhette informative in braile.

È un percorso lungo circa 500 metri, suddiviso in varie “stanze dei sensi”:

  • la stanze delle essenze, per stimolare l’olfatto, comprendente cassette/Aiuole naturalistiche delle specie della macchia mediterranea
  • la stanza dei modelli, con riproduzioni, in scala, in terracotta delle specie vegetali
  • la stanza del silenzio, come luogo in cui ascoltare il suono della natura, con delle panche in legno per sostare e riposarsi.

Un progetto veramente innovativo pensato e proposto per sostenere il turismo sostenibile ed accessibile, ovvero un turismo portato avanti con estrema intelligenza nel rispetto assoluto delle diversità e per favorire al meglio la fruizione della vacanza e del tempo libero senza alcuna difficoltà.

In realtà le aree principali che caratterizzano il parco sono 3 : la folta macchia mediterranea, la zona umida comprendente i bacini, le paludi e il litorale costiero. Un litorale ampio composto da un’incantevole distesa di sabbia fine e cumuli di conchiglie. Qui è possibile trovare una particolare pianta acquatica, chiamata Posidonia oceanica. È una pianta che vive ad una profondità che varia tra 1 e 30 metri circa e ha caratteristiche simili alla piante terrestri. Tante volte è stata definita una semplice “alga” e non sempre gradita perchè facilmente visibile sui litorali bassi, però in realtà si è riconosciuto a questa pianta un importante ruolo, è diventato un fondamentale elemento contro l’erosione delle coste, agisce come barriera naturale, libera inoltre enormi quantità di ossigeno nell’ambiente acquatico tanto da rappresentare il “polmone verde” del mare salentino.

Questo è sicuramente uno, insieme a tanti altri, dei motivi per il quale vale veramente la pena visitare il Salento. Un incontro unico con la natura incontaminata,  alberi secolari che hanno uan storia da raccontare, specie animali e vegetali da ammirare e contemplerare. Trascorrere anche una sola giornata tra le bellezze di questo parco è un’esperienza da non perdere assolutamente!

A chi vuole trascorrere una vacanza in questa meravigliosa zona turistica del Salento, suggeriamo un albergo o B&B o casa vacanza a Torre San Giovanni; in alternativa potete visualizzare tutte le proposte di villaggi, hotel o residence a Lido Marini o Torre Mozza. Per chi invece intende trascorrere una vacanza in pieno relax può sicuramente scegliere un B&B a Ugento.

Per avere maggiori informazioni circa l’orario di visite e quant’altro:

Sito: www.parcolitoralediugento.it

Indirizzo: Piazza Adolfo Colosso, Ugento

Mail: info@parcolitoralediugento.it

Tel.: 0833/986074

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *