Tutti in piazza per la “Festa te lu Mieru” a Carpignano Salentino

Tutti in piazza per la “Festa te lu Mieru” a Carpignano Salentino

Tutti in piazza a ballare…con la Festa te lu Mieru.

A Carpignano Salentino, rinomato centro della Grecìa Salentina, il primo week-end di settembre, come da svariati anni, si svolge la festa del vino, una festa ricca di eventi che unisce e intrattiene turisti e locali.

Tutto ebbe inizio, per caso, nell’agosto del 1974, quando gli abitanti del paese, per ringraziare la compagnia teatrale Othin Theatre di Eugenio Barba per il loro grande spettacolo, organizzarono una festa offrendo vino a volontà. Da allora ogni anno è una grande festa con pizzica e tamburelli da sottofondo. Si creano delle ronde con ballerini sia esperti che improvvisati che si divertono fino all’alba. Stands di prodotti tipici, piatti locali e bancarelle affollano le strade di Carpignano.

A rendere unica la festa è il cosiddetto “lanciu te lu lacciu” (lancio del sedano), una divertente battaglia a colpi di sedano.

Mesi di lavoro e preparazione per dare un tocco di originalità alla regina delle sagre, una delle poche feste non legate a un evento religioso.

Si organizzano giochi già dal primo pomeriggio, esibizioni e mostre varie. Compagnie importanti salentine che divulgano le loro opere in cartapesta, fontane che gettano vino, racconti di poesie o storielle di altri tempi.

Una tradizione portata avanti negli anni con amore e sacrifico,  una festa che unisce danza, sapori  e profumi.

danza della pizzica
I Calanti – Gruppo di pizzica salentino
Programma 2012

31 AGOSTO:

– Esibizione di Antonio Castrignanò
I Calanti, un rinomato gruppo salentino di pizzica, composto da ben 7 musicisti e 2 coppie di ballerini

1 SETTEMBRE:

– I Cunservamara, un gruppo di giovani ragazzi appassionati della musica popolare
– I Fonarà di Corigliano d’Otranto
I Briganti esperti in tutte i canti e le danze del sud

2 SETTEMBRE:

Tradizionale Salentina Dop

Ariantica

Come recitava un verso del 1980:

“Osce nisciiunu ave pinsare alli guai…lassamuli stare, li vitumu crai! “

(oggi nessuno deve pensare ai guai, lasciamoli stare: ci pensiamo domani).

Un’ottima occasione per essere felici e spensierati pur sapendo che l’autunno è ormai alle porte…buon brindisi a tutti!

 

 

 

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *