La litoranea Leuca-Otranto: mare cristallino e natura incontaminata

La litoranea Leuca-Otranto: mare cristallino e natura incontaminata

Per chi vuole incantarsi davanti ad un paesaggio mozzafiato, la litoranea tra Santa Maria di Leuca e Otranto è sicuramente da percorrere. Per il suo mare straordinariamente limpido, i colori dell’acqua, le scogliere a strapiombo, questo tratto di costa è considerato uno tra i più belli e suggestivi di tutta la Puglia. Viaggiando per 51 chilometri, tra saliscendi e curve, rimarrete stupiti per la spettacolarità della natura, che ha saputo creare contrasti e suggestioni di straordinaria bellezza.

Per rendere questo tragitto ancora più singolare, vi consigliamo di percorrerlo partendo da Leuca per poi risalire verso Otranto. Avrete così a destra la splendida vista del mare cristallino, mentre a sinistra la natura incontaminata.

Partendo da Santa Maria di Leuca, dopo aver ammirato il faro e la Basilica della Madonna di Finibus Terrae, si passa sul Ponte Ciolo, che attraversa un bellissimo fiordo. Da questi alti dirupi non è raro assistere ad incredibili tuffi con un salto di oltre 10 metri. Attraversato il ponte si arriva a Marina di Novaglie con le sue belle scogliere a picco sul mare. Riprendendo il cammino verso nord, la prima interessante località che si incontra è Tricase porto, dove ci si può fermare a contemplare la Serra, una piscina naturale formata dalle acque del mare.

Da Tricase a Castro la litoranea si snoda per altri 17 km, tra leggere discese e più decise salite, con un paesaggio rigoglioso di vegetazione: alberi di fichi, oleandri, ulivi e pini. Da qui parte il tratto di costa premiato con la Bandiera blu di Legambiente. La strada attraversa numerose piccole frazioni: Marina di Andrano, piccola località di case basse e bianche, seminascoste negli alberi e Marina di Marittima. Si giunge così a Castro una delle insenature più belle di tutta la costa. Il paesino rappresenta il tipico centro marino adagiato sulla costa e si sviluppa, per buona parte, su un promontorio e per il resto sulla marina. Il paese è diviso in Castro Marina e Castro Superiore. Se si ha del tempo a disposizione, ci si può fermare per visitare la Grotta Zinzulusa, che è la grotta più grande del Salento. Lasciato Castro a 1 km di distanza si raggiunge il centro termale di Santa Cesarea, passando prima da Porto Miggiano, dove vale la pena fare una sosta per vedere una delle tante torri costiere, tra le più ben conservate. Il centro turistico di Santa Cesaria Terme è rinomato per la sua stazione termale di acque solfuree che sgorgano da quattro grotte marine a poca distanza l’una dall’altra.

Proseguendo questo itinerario, tra le bellezze marine del Salento e, rincorrendo curva dopo curva, si arriva a Porto Badisco, a circa 6 km da Santa Cesarea Terme. Il fiordo dove sorge Porto Badisco precipita in un mare dai mille riflessi, con coste alte e rocciose e piccole insenature strette. Questa località è famosa, secondo la leggenda narrata da Virgilio, per lo sbarco di Enea sulle coste italiane in fuga da Troia. Qui si potrà gustare, nelle trattorie, del pesce appena pescato ed anche i prelibati ricci di mare, venduti sui banconi sul ciglio della strada.

Ancora pochi chilometri e si giunge alla splendida Otranto. Qui è d’obbligo visitare il bel centro storico con la sua Cattedrale o ammirare il tramonto sul bellissimo lungomare. Ci si può spingere fino all’estremo punto della penisola salentina, Punta Palascia, dove ammirare il punto d’incontro naturale dell’Adriatico con lo Ionio e, tempo permettendo, il profilo dei monti albanesi. Avrete davanti a voi uno spettacolo che toglie il fiato anche al turista più distratto, perché davvero si sta di fronte all’infinità del mare.

Che voi siate in macchina, in moto o in bici, lasciatevi conquistare da questo tratto di costa davvero unico.

Non è difficile scegliere una località dove trascorrere una vacanza nel Salento: tante proposte di B&B, case vacanza, residence, villaggi, agriturismi e hotel nelle zone di interesse.

Hai trovato utile questo articolo?

Altre proposte che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *